Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
16
17
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Triage.it utilizza i cookie e tecnologie simili.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Cookie

I cookie sono piccole porzioni di dati che vengono memorizzate e utilizzate per migliorare l’esperienza di utilizzo di un sito. Ad esempio possono ricordare temporaneamente le tue preferenze di navigazione per evitarti di selezionare tutte le volte la lingua, rendendo quindi le visite successive più comode e intuitive. Oppure possono servire per fare dei “sondaggi anonimi” su come gli utenti navigano attraverso il sito, in modo da poterlo poi migliorare partendo da dati reali. I cookie non registrano alcuna informazione personale su un utente e gli eventuali dati identificabili non verranno memorizzati. Se si desidera disabilitare l’uso dei cookie è necessario personalizzare le impostazioni del proprio computer impostando la cancellazione di tutti i cookie o attivando un messaggio di avviso quando i cookie vengono memorizzati. Per procedere senza modificare l’applicazione dei cookie è sufficiente continuare con la navigazione.

I cookie non sono virus o programmi

I cookie non sono virus o programmi. I cookie sono solamente dati salvati in forma testuale nella forma “variabile=valore” (esempio: “dataAccessoSito=2014-01-20,14:23:15″). Questi dati possono essere letti solamente dal sito che li ha generati, e in molti casi hanno una data di scadenza, oltre la quale il browser li cancellerà automaticamente. Non tutti i cookie vengono utilizzati per lo stesso scopo: di seguito verranno specificate le diverse tipologie di cookie utilizzati da questo sito web.

Cookie indispensabili

Questi cookie sono essenziali al fine di consentire di spostarsi in tutto il sito ed utilizzare a pieno le sue caratteristiche. Senza questi cookie alcuni servizi non potranno funzionare correttamente.

Performance cookie

Questi cookie raccolgono informazioni su come gli utenti utilizzano un sito web, ma non memorizzano informazioni che identificano un visitatore. Questi cookie vengono utilizzati solo per migliorare il funzionamento del sito web. Utilizzando il sito l’utente accetta che tali cookie possono essere memorizzati sul proprio dispositivo.

Cookie di funzionalità

I cookie consentono al sito di ricordare le scelte fatte dall’utente (come la lingua o altre impostazioni speciali eventualmente disponibili) e forniscono funzionalità avanzate personalizzate, e possono anche essere utilizzati per fornire i servizi richiesti. Utilizzando il sito l’utente accetta che tali cookie possono essere memorizzati sul proprio dispositivo.

Come gestire i cookie sul tuo PC

Ogni browser consente di personalizzare il modo in cui i cookie devono essere trattati. Per ulteriori informazioni consultare la documentazione del browser utilizzato. Alcuni browser consentono la “navigazione anonima” sui siti web, accettando i cookie per poi cancellarli automaticamente al termine della sessione di navigazione. Per ulteriori informazioni riguardo la “navigazione anonima” consultare la documentazione del browser utilizzato.

Google Analytics

Triage.it utilizza Google Analytics, un servizio di analisi web fornito da Google. Google Analytics utilizza i cookies per consentire al sito web di analizzare come gli utenti utilizzano il sito. Le informazioni generate dal cookie sull’utilizzo del sito web (compreso il Vostro indirizzo IP anonimo) verranno trasmesse e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di esaminare il Vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito per gli operatori dello stesso e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all’utilizzo di internet. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google. Utilizzando il presente sito web, voi acconsentite al trattamento dei Vostri dati da parte di Google per le modalità ed i fini sopraindicati.

Si può impedire a Google il rilevamento di un cookie che viene generato a causa di e legato al Vostro utilizzo di questo sito web (compreso il Vostro indirizzo IP) e l’elaborazione di tali dati scaricando e installando questo plugin per il browser: http://tools.google.com/dlpage/gaoptout?hl=en

Login

   

Direttivo GFT

Direttivo GFT al lavoro

Congressi

Congressi (5)

Lunedì, 20 Gennaio 2014 10:51

Atti 2° Convegno Triage

Scritto da
Home          Comitato Scientifico          Relatori          Atti 
 
ATTI CONVEGNO
 
Giovedì 7 maggio 2009
 
(Thursday, May 7th 2009)
 

RELAZIONE INTRODUTTIVA (Opening paper):

 

1.  "Triage infermieristico in pronto soccorso: stato dell’ arte e principali problematiche in Italia" 

(Nursing triage at the emergency department: state of the art and main problems in Italy)

D.  Marchisio, S. Regnani 

  Scarica Abstract della relazione                                    Visualizza diapositive

 

I° SESSIONE: IL TRIAGE IN ITALIA: ALCUNE ESPERIENZE REGIONALI

(First Session: Triage in Italy: Some regional esperience)

Moderatori (Moderators): O. Cerrina, M. D’Innocenzo

 

2.  Piemonte: Le linee guida regionali piemontesi sul Triage in Pronto Soccorso 

(Piedmont: the regional guidelines of Triage at the emergency dept.)

C. Deiana

  Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

 

3.  Emilia Romagna:  Documento regionale  dell’Emilia Romagna

(Emilia Romagna: the regional document)

R. Manfredi

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

 

4.  Toscana: il lavoro del gruppo interaziendale toscano

(Tuscany: the work carried out by the Tuscan intercompany group)

G. Becattini


Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

  
5.  Lazio: Triage “Modello Lazio”

(Latium: The “Latium Model” Triage)

B. Susi

 Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

  
6.  Campania: L’esperienza del San Paolo di Napoli

(Campania: San Paolo Hospital’s experience)

E. De Maria

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

  
7.  Basilicata: evoluzione del Triage infermieristico in Basilicata

(Basilicata: the evolution of nursing Triage in Basilicata)

D. Summa

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

 

II° SESSIONE: TRIAGE E FORMAZIONE: QUALI PROBLEMI, QUALI PROPOSTE

(Second Session: Triage and educazion: problems and solution)


Moderatori (Moderators): A. Bruni, P. Dominici

 

8.  Evoluzione della formazione al Triage in Italia

(Triage education progress in Italy)

S. Regnani, S. Signoretti

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

 

   

9.  Il mantenimento delle competenze in Triage: l’esperienza di Reggio Emilia

(How to support the Triage expertise: the experience of Reggio Emilia)

M. Orboni

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

10.  Triage e Formazione Universitaria

(Triage and University education)

D. Boni


Scarica Abstract della relazione                                    Visualizza diapositive

  
11.  L’utilizzo di metodologie interattive FAD e E-learning  nella formazione al Triage

(Triage education by using FAD and E-learning interactive methodologies)

G. Centini


Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive


12.  Gli aspetti relazionali nella formazione al Triage

(Relational aspects in Triage Training)

R. Anchisi, M. Gambotto Dessy

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive


13.  Il Triage pediatrico in Toscana: come formare l’infermiere di un Pronto Soccorso generalista

(Paediatric Triage in Tuscany: how to train a nurse in general emergency departments)

S. Masi - D.Fedoce - M.P.Santoro - A.Militerno - E.Lima Gonzales - Dipartimento Emergenza Accettazione - Azienda Ospedaliero-Universitaria A.Meyer - Firenze

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

 

 Venerdi 8 maggio 2009

(Friday, May 8th 2009)

 

I° SESSIONE: ESPERIENZE INTERNAZIONALI A CONFRONTO (First Session: Comparisons Among International Experiences)

Moderatori (Moderators): A. M. Ferrari,  S. Regnani

 

14.  Triage nei dipartimenti di emergenza australiani

(Triage in the Australian emergency departments)

T. McCallum Pardey

                                                                                             Visualizza diapositive

 

15.  Il Triage Telefonico negli USA: fornire un’assistenza aggiuntiva, complementare e alternativa alle cure in Pronto Soccorso

(Telephone Triage in the USA: facilitating care additional, complementary and alternative to care in the emergency department)

C. Rutenberg

 Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

 

16.  Il Manchester Triage System: sostenere un’evoluzione, ovvero sostenere una rivoluzione all’ interno del sistema sanitario

(The Manchester Triage System: supporting an evolution, or should that be revolution, in healthcare)

J. Windle

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

  
17.  La realtà svizzera

(The Swiss reality)

R. Sieber

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

  
18.  Triage in Germania: l’evoluzione tedesca

(Triage in Germany: the German evolution)

J. Krey

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

  

19.  La situazione in Romania

(The situation in Romania)

L. Mazareanu

                                                                                          Visualizza diapositive

20.  Il Triage di P.S. in un paese in guerra, esperienze in Afganistan

(Triage in a country facing war: experiences in Afganistan)

M. Castellano

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

  
21.  Esperienza dell’Ospedale Generale “Hipolito Unanue” di Tacna in Perù 

(Experience in Hipolito Unanue General Hospital of Tacna, Peru)

R. Benavides Gallegos

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

  
22.  Dati sul Triage nel progetto di ricerca “Progetto Mattone” del Ministero della Salute

(Data regarding Triage in the “the Brick Project”, a research project fostered by the Ministry of Health)

A.R. Panuccio

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

 

II° SESSIONE: TRIAGE E RISK MANAGEMENT

(Second Session: Triage and Risk Management)


Moderatori 
(Moderators): D. Boni, L. Trabucco

 

23 . Metodologia del Risk Management e Triage 

(Risk Management and Triage methodology)

C. Cavallini

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

  
24.  Esperienza del D.E.U. di Reggio Emilia 

(The Experience of Reggio Emilia’s Emergency Dept.)

D. Braglia,  M. Pocaforza

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

  
25.  Progettare la gestione del rischio clinico nell’ambito del Triage 

(Planning clinical risk management in Triage)

G. De Andreis

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

  
26.  UnderTriage nei pazienti giunti in Pronto Soccorso con STEMI

(UnderTriage in STEMI patients)

M. Ghinaglia

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

 

III° SESSIONE: PROBLEMATICHE DI TRIAGE

(Third Session: Triage Problems)


Moderatori 
(Moderators): D. Marchisio, G. Giardi

 

27.  Aspetti strutturali: vincoli o risorse?

(Structurals aspects: restrictions or resources?)

B. Pallotta

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

  
28.  Peculiarità del Triage Pediatrico

(The characteristics of pediatric Triage)

G. Cardoni

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

  
29.  Percorsi brevi per la visita pediatrica: l’esperienza di Ravenna

(Short way to pediatric visit: the experience of Ravenna)

M. Cuscini

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

  
30.  “See and treat”, obiettivi e risultati attesi

(“See and treat”, expected goals and results)

G. Neri

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

  
31.  Privacy e Triage: la normativa

(The triage and the right to privacy: the rules)

L. Benci

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

  
32. La fuga dell’infermiere dal Triage

(The Nurse’s escape from Triage)

A.    Bruni, S. Signoretti

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

 

33 . Triage e Medico dell’equipe

(The triage and the team-physician)

L. Trabucco

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

  
34.  Triage di Pronto Soccorso e 118: momento d’incontro o di scontro?

(Emergency dept. Triage and 118 Triage: points of contact and divergencies)

 F. Saporetti

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive


35.  Multi-etnie e multiculturalità in Triage 

(Melting pot at the Triage)

G. Robello

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

  
36.  URP: equilibrio fra istituzioni pubbliche e cittadini

(The public relations office: the balance between public institutions and citizens)

R. Rossi

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

  
37.  Indagine sul conflitto interprofessionale causato dalla prevaricazione del ruolo dell’ infermiere di Triage

(survey on conflicts caused by role abuse of Triage nurse)

G. Merlo

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

 

  Sabato 9 maggio 2009

  (Saturday, May 9th 2009)

 

I° SESSIONE: ASPETTI LEGALI E PROBLEMATICHE INERENTI LA RESPONSABILITA’ PROFESSIONALE IN TRIAGE

 (First Session: The legal aspects and the problems related to the Triage Professional Responsability)

 

Moderatori (Moderators): S. Signoretti, B. Pallotta

 

38.  Rassegna italiana della casistica giurisprudenziale inerente l’attività di Triage

(Triage case law records in Italy)

L. Benci                                    Visualizza diapositive

 

39. Alcuni interrogativi e principali problematiche legate all’attività di Triage intraospedaliero

(Some questions and main problems concerning the intra-hospital Triage)

D. Marchisio

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

  
40. Risponde l’esperto di aspetti legali delle professioni sanitarie 

(The Answers by the law specialist for the health professions)

L. Benci

 

41.  Il parere del Magistrato

(The judge’s advice)

S. Fucci

 Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

 

II° SESSIONE: TRIAGE E RICERCA

(Second Session: Triage and Research)

 

Moderatori (Moderators): D. Boni, A. Salvi

 

42.  Dolore toracico e valutazione al Triage: momento critico per la scelta del percorso di priorità 

(Chest pain assessment in Triage: a crucial moment for choice of priority flow)

A. Revello

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

  
43.  Affidabilità e validità del Triage sintomatologico standardizzato del Friuli Venezia Giulia in un ospedale di rete 

(Reliability and validity of standardized symptom based Triage in hospital network of Friuli Venezia Giulia)

T. Tellini

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

  
44.  Indagine sulla qualità percepita dall’utente, quale indicatore di valutazione dell’attività di Triage infermieristico in pronto soccorso 

(Survey on quality of customer perception regarding nursing Triage in the emergency department)

P. Curto

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

  

45.  Il codice verde e un ulteriore codice di priorità, analisi di un esperimento involontario 

(The green code and other priority codes, an inadvertent experiment)

M. Musso

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

  

46.  Dal Triage alla dimissione: il dolore e la sua valutazione 

(From Triage to discharge: pain evaluation)

C. Sfasciamuro

 Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

 

 

COMUNICAZIONI ORALI

(ORAL COMUNICATION)

9 maggio 2009

(May 9th 2009)

Sala Concordia (Concordia room)

Moderatori (Moderators): F. Cotticelli- T. Gentili

 

1 . Il sistema Fast Track al Pronto Soccorso di Pistoia

(The Fast Track Path in Pistoia's Emergency Department)


R. Arcangioli - Pronto Soccorso Azienda USL 3 Pistoia

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

 

2. Pronto Soccorso di Rimini: Nascita - Evoluzione- Linee Guida e Informazione del Triage. Dagli esordi fino ad oggi storia di un Pronto Soccorso a vocazione Turistica

(Emergency Department of Rimini: The Birth - Evolution - Guide Lines and Computerization an Emergency Department with a tourist background.

A. Magnani- C. Semprini - Pronto Soccorso e Medicina d’Urgenza Ospedale Infermi Rimini

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

 

3. I “Percorsi Brevi” nell'Azienda ULSS 12 Veneziana

(The Short Cut Paths in the Venetian ULSS 12 Hospital)

M. Barbazza- M. Rosada- C. Favaro- G. Belvederi – DEU U.O. Pronto Soccorso – Ospedale dell’Angelo - Mestre

 Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

 

4. Il Triage di Pronto Soccorso: L’esperienza della Regione Lazio

(Triage in the Emergency Department: the Lautium Region Eexperience)

L. Minnelli - Lazio Sanità Agenzia di Sanità Pubblica - Regione Lazio

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

 

5. Scheda Triage Lazio

(The Latium Triage Sheet)


C. Paganelli: Policlinico Tor Vergata Roma

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

 

6. Da “Attesa Passiva” ad “Attesa Attiva”: Il Triage Clinico avanzato nel Pronto Soccorso di Riccione

(From “A Passive” to “An Active” use of Triage: Advanced Clinical Triage in Riccione’s Emergency Dipartment)

A. Andreucci- N. Colamaria - AUSL Rimini- P.O. di Riccione- U.O. di Pronto Soccorso e Medicina d’Urgenza

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive


7. Il Triage Bifasico

(Two-Fased Triage)

R. Maccaroni- V. Bendelari - A.O.Univ. OO.RR. “Umberto I-G.M.Lancisi-G.Salesi” Ancona

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

 

8. Il Sistema di Triage a doppia codifica per la riprogettazione dei percorsi dei pazienti in un DEA di 1° Livello

(A dual coding Triage System to redesingn the in-patient flow in Level 1 Emergency Dipartment)

E. Mana- M. Civita- C. Sfasciamuro- C. Odetto- G.A. Cibinel - ASL TO3 – Ospedale Civile di Pinerolo - S.C. Medicina e Chirurgia d’Urgenza

Scarica Abstract della relazione                                    Visualizza diapositive

 

9. Triage II° Livello

(Level II° Triage)

A. Dellepiane - Ospedale San Martino Genova

 Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

 

Sala Polissena (Polissena room)

 

Moderatori (Moderators): E. Monaldini - P. Dominici

 

10. Algoritmo Fast Combinato: Un metodo sequenziale adulto/pediatrico

(Fast Combined Algorithm: An adult/pediatric sequential method)

A. Revello - F.R. Pugliese-V. Capparozza - DEA - Ospedale Sandro Pertini - ROMA

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

 

11. L’utilità dell'emogasanalisi in Triage

(The use of arterial blood gas tests in Triage)

E. Fanicchia - E. Pesolo - Azienda Ospedaliera Policlinico Tor Vergata U.O.C Pronto Soccorso

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

 

12. Proposta di un nuovo fattore aggiuntivodi rischio nel Triage del dolore toracico non traumatico: L’Etnia Bangalese

(Proposal to add a new risk factor in non traumatic chest pain: in Bengali Ethnicity)

MP. Ruggieri - M. Magnanti - UOC Medicina I per l’Urgenza - Azienda Ospedaliera San Giovanni Addolorata - Roma

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

 

13. La codifica del Triage e l'analisi dei decessi nel DEU dell’ Azienda USL 12 Veneziana

(Triage doding and death cases in Venetian Emergency Department USL 12)

M. Rosada

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

 

14. Analisi del disturbo principale “Altri sintomi del sistema nervoso

(Analysis of main syntom “Other Syntoms of the nervous system)

A. Revello - F.R. Pugliese - DEA - Ospedale Sandro Pertini - ROMA

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

 

15. L'embolia polmonare valutazione al Triage

(Assessing Polmonary Embolism in Triage)

F. Porro, R. Colombo, P. Bosco, G. Pagnozzi, M.G. Peddes, S. Battista, M. Magnini, S. Cattaneo, V. Merlini, B. Landi, M. Pecorino Meli, Medicina d’Urgenza e Pronto Soccorso, Fondazione Ospedale Maggiore Policlinico, Mangiagalli e Regina Elena di Milano IRCCS

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

 

16. Il Triage pediatrico: Attività presso il Pronto Soccorso dell'Ospedale Pediatrico A. Meyer di Firenze

(Pediatric Triage: Aactivities in Pediatric Hospital A.Meyer of Florence)

D. Fedoce - M.P. Santoro - A. Militerno - S.Masi - E.Lima Gonzales - DEA Azienda Ospedaliero-Universitaria A. Meyer - Firenze

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

 

17. L’abuso sessuale nei minori e l'Infermiere esperto al Triage: Gestione di un'urgenza-proposta di protocollo

(Sexual abuse in minors and expert Triage Nurse)

M.P.Santoro - D.Fedoce - A.Militerno - S.Masi - E.Lima Gonzales - Dipartimento Emergenza Accettazione - Azienda Ospedaliero-Universitaria A.Meyer - Firenze

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

 

18. Utilità del metodo AMLS nella valutazione del paziente potenzialmente critico

(The use of AMLS method in the Assesment of a potentially critical Patient)

Valentino Alessandro - D.E.A. Riccione

Scarica Abstract della relazione                                     Visualizza diapositive

 

 ELENCO POSTERS

 

1. Sincope in corso di embolia polmonare: valutazione al Triage

(Syncope in polmonary embolism: Triage assesment)

F. Porro- P. Bosco- G. Pagnozzi – V. Merlini- R. Colombo- S. Cattaneo- B. Landi
Medicina d’Urgenza e Pronto Soccorso- IRCCS Fondazione Ospedale Maggiore Policlinico Mangiagalli e Regina Elena - Milano
Scarica Abstract del poster

 

2. Presentazione iniziale e Triage in 80 pazienti con embolia polmonare

(Presentationof Triage in 80 patients with polmonary embolism)

F. Porro- R. Colombo- M. Peddes- S. Battista- M. Magnini- M. Pecorino Meli 
Medicina d’Urgenza e Pronto Soccorso- IRCCS Fondazione Ospedale Maggiore Policlinico Mangiagalli e Regina Elena - Milano

Scarica Abstract del poster


3. Under Triage nei pazienti giunti in PS con STEMI

(Under Triage in patients arriving with STEMI)

M. Ghinaglia - Gruppo miglioramento e qualità del triage A.O. Niguarda Cà Granda
A.O. Niguarda Cà Granda Milano

Scarica Abstract del poster

 

4. Triage Infermieristico alla donna vittima di violenza: Verso una competenza multidimensionale

(Triage assesment on woman sexsually abused: towards a multidimensional comtence)

M. Greco- G. De Andreis - Fondazione Policlinico Tor Vergata

Scarica Abstract del poster

 

5. Peculiarità nel Triage Pediatrico

(The characterists of Pediatric Triage)

G. Cardoni- G. Marcucci- L. Sollazzo - DEA Pediatrico- Ospedale Materno Infantile “G. SALESI”- ANCONA

Scarica Abstract del poster

 

6. Il Triage Pediatrico: Le modalità operative del corso

 (The Pediatric Triage)

G. Cardoni- M. Vignini- E. Fagiani - DEA Pediatrico- Ospedale Materno Infantile “G. SALESI”- ANCONA

Scarica Abstract del poster

 

 7. La Rivalutazione al Triage: Analisi dei dati nel DEA di II livello dell’Azienda Ospedaliera San Giovanni Addolorata di Roma

(Rivalutation in Triage: Data analisis in II level Emergency Dipartment)  

MP. Ruggieri- M. Magnanti- A. Cocorocchio- P. De Sanctis- A. Paolucci- V. Levidi- F. Fabi- G. Serqua
UOC Medicina I per l’Urgenza - Azienda Ospedaliera San Giovanni Addolorata. Roma

Scarica Abstract del poster


8. Io parlo - Tu mi ascolti. Ma mi capisci? Per sorridere in Triage

 (I'm speaking - you're listening.But do you understand me?How to smile in Triage)

F. Altomonte - O. Di Ridolfo- R. Vannozzi- B. Bavastro- A. Dellepiane- M. Marizza
D.E.A. Azienda Ospedaliera Universitaria San Martino- Genova

Scarica Abstract del poster


9. Triage Infermieristico: Indine sull'attribuzione del Codice Bianco. Un'esperienza di valutazione di conformità alle Linee d'indirizzo Regionali in un DEA di 1 Livello

(Nursing Triage: Survey on assigning Withe Code. An assesment according to the Regional guide Lines in 1 Livel Emergency Dipartment)

S. Scaglione – N. Cordero – G. Messori Ioli – B. Centofanti – L. Bruzzese – R. Reale – C. Marengo – M. Borsotti 
REGIONE PIEMONTE ASL TO5 Presidio Ospedaliero di Chieri

Scarica Abstract del poster


10. L’elettrocardiogramma come indicatore di priorità nel Triage del dolore toracico atipico; un caso di dissecazione coronarica spontanea in puerpera al terzo mese

(The use of electrocardiogram in Triage as indicator to priority level in atypical chest pain; a case report of spontaneus coronary dissection in pregnancy third month

F. Franchi-S. Fusaro-S. Romani 
O.C Medicina D’urgenza e Pronto Soccorso Ospedale Versilia Azienda USL Viareggio

Scarica Abstract del poster


11. Proposta di un progetto di formazione interna per abilitare Infermieri al Triage

(A proposal for internal training programme for Triage Nurses)He

Gruppo miglioramento triage A.O. Niguarda Cà Granda 
A.O. Niguarda Cà Granda Milano

Scarica Abstract del poster


12. La cefalea in DEA. Studio retrospettivo sulla sensibilità e specificità del Triage Infermieristico

(Headaches in the Emergency Dipartment retrospective study on the sensibility and specificity of Nursing Triage)

M. Pellegrino- O. Cerrina- B. Tartaglino 
ASO S. Croce e Carle Cuneo

Scarica Abstract del poster


13. Identikit del paziente a Codice Bianco

(Patient identikit and assignment of Withe Code) 

L. Belletrutti – C. Deiana
ASL TO2 Torino

Scarica Abstract del poster


14. Informazioni sul Triage Centrale Operativa 118

(Informations on Triage in 118 Call Centre)

S. Zagaglia - A.O. C.T.O. M. Adelaide- Torino

Scarica Abstract del poster


15. Il reclamo: Risorsa per un Servizio d'eccellenza

(A complaint: Risources for quality Service)

R. Rossi - URP Ospedale San Paolo Milano

Scarica Abstract del poster

 

16. Il Triage ospedaliero: Manuale di formazione Triage modello Lazio -TML

 (Hospital Triage)

MP. Ruggieri, I. Baldi, L. Minnelli, L. Moschettini, AS. Guzzo, B. Susi, FR.
Pugliese, M. Magnanti, S. Montanari, C. Paganelli, F. Sebastiani e LazioSanità ASP – Regione Lazio - Azienda UOC Medicina I^per l’Urgenza. Azienda Ospedaliera San Giovanni Addolorata - Roma

Scarica Abstract del poster

Home          Comitato Scientifico          Relatori          Atti

 

MODERATORI/RELATORI:


(MODERATORS AND SPEAKERS)

  • ROBERTO ANCHISI 


DOCENTE DI TEORIA E TECNICHE DEL COLLOQUIO PSICOLOGICO UNIVERSITÀ DI PARMA, ISTITUTO SCIENZA DEL COMPORTAMENTO TORINO
(Lecturer in Theory and Techniques of Psychological dialogue, Parma University, Institute of Behavioural Science, Turin)

  • GIUSEPPE AUGELLO

COMITATO CENTRALE FNOMCEO - MEDICO DI MEDICINA GENERALE 
(FNOMCEO Committee, Physician, General Medicine)

  • GIOVANNI BALDI

DIRETTORE GENERALE ISTITUTI ORTOPEDICI RIZZOLI BOLOGNA
(General Director, Rizzoli Orthopaedic Institute, Bologna)

  • RITA BATTAGLIA

VICEPRESIDENTE NAZIONALE FEDERCONSUMATORI CON DELEGA ALLA SANITÀ
(National Vice President, Federconsumatori, dealing with health issues)

  • GIOVANNI BECATTINI

RESPONSABILE INFERMIERISTICO DEA E MEDICINA E CHIRURGIA GENERALE E D’URGENZA AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA CAREGGI FIRENZE
(Head Nurse, Emergency Dept. General Medicine and Surgery and Emergency Medicine, University Hospital, Careggi, Florence)

  • ROSSANA BENAVIDES GALLEGOS

INFERMIERA AZIENDA SANITARIA DI BOLZANO 
(Nurse, Bolzano)

  • LUCA BENCI

GIURISTA ESPERTO PROFESSIONI SANITARIE
(Law expert regarding Health Professions)

  • DAVIDE BONI

INFERMIERE AREA CRITICA A. O. UNIV. POLICLINICO DI MODENA
(Critical Care Nurse, Polytechnic University, Modena)

  • DUILIO BRAGLIA

DIRETTORE S.C. DI PRONTO SOCCORSO AREA SUD (SCANDIANO-MONTECCHIO) AUSL REGGIO EMILIA, COORDINATORE DIPARTIMENTO EMERGENZA URGENZA INTERAZIENDALE DI REGGIO EMILIA
(Director, Emergency Dept. South Zone (Scandiano-Montecchio) Reggio Emilia, Coordinator, Emergency Dept. Reggio Emilia Home Emergencies)

  •  ANGELA BRUNI

COORDINATORE INFERMIERISTICO PRONTO SOCCORSO A.O.UNIV. POLICLINICO DI MODENA
(Nurse Coordinator, Emergency Dept. Polyclinic University, Modena)

  •  GIOVANNI CARDONI 

 DIRETTORE DIPARTIMENTO EMERGENZA ACCETTAZIONE PEDIATRICO OSPEDALE SALESI DI ANCONA
(Director, Emergency Dept, Salesi Paediatric Hostpital, Ancona)

  • MARINA CASTELLANO

INFERMIERA PRONTO SOCCORSO C.T.O. TORINO, INFERMIERA INTERNAZIONALE STAFF EMERGENCY O.N.G.
(Nurse, Emergency Dept, C.T.O., Turin, International Staff, Emergency o.n.g.)

  • CARLO CAVALLINI

ESPERTO ORGANIZZAZIONI SANITARIE MODENA
(Health Organization Expert, Modena)

  • GIULIANA CENTINI

RESPONSABILE SETTORE FORMAZIONE E CENTRO FORMAZIONE EMERGENZA A.O. C.T.O., M. ADELAIDE TORINO
(Head of Training and Development office and EMS Training Centre, C.T.O., M-Adelaide, Turin)

  • OLIVIA CERRINA

COORDINATORE INFERMIERISTICO PRONTO SOCCORSO DEA OSP. SANTA CROCE E CARLE CUNEO
(Nurse Coordinator- ED SANTA CROCE E CARLE Hospital, CUNEO )

  • FEDERICO COTTICELLI

COORDINATORE INFERMIERISTICO PRONTO SOCCORSO OSP. CIVITANOVA MARCHE ASUR MARCHE ZONA 8
(Nurse Coordinator, Emergency Dept. Civitanova, Marche ASUR Marche zone 8)

  • PAOLA CURTO

INFERMIERA PRONTO SOCCORSO DEA A.O. CTO TORINO 
(Nurse- Emergency. Dept. CTO Hospital- Turin)

  • MERIS CUSCINI

DIRIGENTE MEDICO PRONTO SOCCORSO OSPEDALE CIVILE DI RAVENNA
(Physician, Emergency Dept. Hospital of Ravenna)

  • EDUARDO DE MARIA

INFERMIERE PRONTO SOCCORSO OSPEDALE SAN PAOLO,  NAPOLI
(Nurse, Emergency Dept. San Paolo Hospital, Naples)

  • CECILIA DEIANA

COORDINATORE INFERMIERISTICO PRONTO SOCCORSO OSPEDALE GRADENIGO TORINO
(Nurse Coordinator, Emergency Dept. Gradenigo Hospital, Turin)

  • MARINELLA D’ INNOCENZO

DIRETTORE GENERALE ARES 118 LAZIO
(General Director, Prehospital EMS Lazio (ARES 118)

  • GIROLAMO DE ANDREIS

COORDINATORE INFERMIERISTICO AREA DELL’ EMERGENZA POLICLINICO UNIVERSITARIO TOR VERGATA – ROMA
(Nurse Coordinator- Emergency Section- Polytechnic University- Tor Vergata- Rome)

  • PATRIZIA DOMINICI

DIRETTORE U.O. PRONTO SOCCORSO E SET-118  ASL 3 UMBRIA
(Director, Emergency Dept and EMS Sector, ASL 3, Umbria)

  • ANNA MARIA FERRARI

DIRETTORE DIPARTIMENTO EMERGENZA URGENZA INTERAZIENDALE DI REGGIO EMILIA, PRESIDENTE NAZIONALE SIMEU
(Director, Dept. Of Home Emergencies and Urgencies of Reggio Emilia, National President, SIMEU)

  • SERGIO FUCCI

PROFESSORE A CONTRATTO DI BIOETICA FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA UNIVERSITÀ DELL’INSUBRIA - COMO
(Bioethics Professor, Faculty of Law, University Insubria, Como)

  • MIA GAMBOTTO DESSY

ISTITUTO DI SCIENZA DEL COMPORTAMENTO DI TORINO
(Behavioural Science Institue, Turin)

  • MONICA GHINAGLIA

COORDINATORE INFERMIERISTICO PRONTO SOCCORSO A.O. NIGUARDA CÀ GRANDA MILANO
(Nurse Coordinator- ED- Niguarda Cà Grande- Milan)

  • TAMIRA GENTILI

DIRIGENTE MEDICO RESPONSABILE DI STRUTTURA SEMPLICE SETTORE SUB-INTENSIVO MEDICINA GENERALE OSPEDALI RIUNITI DI ANCONA
(Senior Physician, Responsible for Semi-intensive Section, General Medicine, Ancona)

  • GIULIANO GIARDI

SEGRETARIO GFT,  GIÀ PRIMARIO DEL PRONTO SOCCORSO
DELL'OSPEDALE DI STATO DI SAN MARINO
(GFT Secretary, Head Physician Emergency Dept. Republic of San Marino Hospital)

  • ROBERTO GRIMANDI

INFERMIERE PRONTO SOCCORSO OSPEDALE CIVILE RAVENNA
(Nurse, Emergency Dept. Ravenna)

  • JÖRG KREY

INFERMIERE MANAGER DEL PROGETTO ASKLEPIOS FUTURE HOSPITAL PROGRAMM
ASKLEPIOS KLINIKEN HAMBURG (GERMANIA)
(Nurse Manager- Asklepois Project- Future Hospital Program - Hamburg - Germany)

  • ROBERTA MANFREDI

COORDINATORE INFERMIERISTICO PRONTO SOCCORSO E MEDICINA D’URGENZA USL IMOLA.
(Nurse Coordinator, Emergency Dept and Emergency Medicine, Imola)

  • DANIELE MARCHISIO

COORDINATORE INFERMIERISTICO A.O. C.T.O., M. ADELAIDE TORINO, VICE PRESIDENTE G.F.T.
(Nurse Coordinator, C.T.O., M.Adelaide, Turin, Vice President, GFT.)

  • STEFANO MASI

DIRIGENTE MEDICO DIPARTIMENTO EMERGENZA ACCETTAZIONE AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA A. MEYER- FIRENZE
(Medical Director- Emergency Dept.- University Hospital A.Meyer- Florence)

  • DANILO MASSAI

DIRETTORE AGENZIA PER LA FORMAZIONE USL 11 EMPOLI
(Director, Training and Formation Agency, USL 11, Empoli)

  • LILIANA MAZAREANU 

INFERMIERA PRONTO SOCCORSO OSPEDALE CIVITANOVA MARCHE  ASUR MARCHE ZONA 8, ESPERIENZA PRONTO SOCCORSO BUCAREST (ROMANIA)
(Nurse, Emergency Dept, Civitanova Marche ASUR Marche zone 8, experience in Emergency Dept, Bucarest (Romania)

  • TONI GENE MCCALLUM PARDEY

EMERGENCY NURSE PRACTITIONER TOMAREE COMMUNITY HOSPITAL HUNTER NEW ENGLAND HEALTH AUSTRALIA, BOARD OF DIRECTORS OF COLLEGE OF EMERGENCY NURSING AUSTRALASIA LTD. (CENA) – EDITORIAL BOARD AUSTRALASIAN EMERGENCY NURSING JOURNAL
(Emergency Nurse Practitioner Tomaree community Hospital Hunter New England Health Australia, Board of Directors of College of Emergency Nursing Australasia Ltd. (CENA) – Editorial Board Australasian Emergency Nursing Journal)

  • GIAMBATTISTA MERLO

INFERMIERE DEA OSPEDALE "SS. PIETRO E PAOLO" ASL VC - BORGOSESIA
(Nurse- Emergency Dept. “SS Pietro e Paolo” Hospital- Borgosesia)

  • ENIO MONALDINI

COORDINATORE INFERMIERISTICO PRONTO OCCORSO OSPEDALE DI STATO REPUBBLICA DI SAN MARINO 
(Nurse Coordinator, Emergency Dept. Republic of San Marino)

  • MARINA MUSSO

INFERMIERA PRONTO SOCCORSO DEA OSPEDALE CARDINAL MASSAIA - ASTI
(Nurse- Emergency Dept. Cadinil Messaia Hospital- Asti)

  • GIUSEPPE NERI

COORDINATORE INFERMIERISTICO U.O. PRONTO SOCCORSO AZIENDA USL 11 EMPOLI
(Nurse Coordinator, Emergency Dept, ASL 11 , Empoli)

  • MONICA ORBONI

INFERMIERA PRONTO SOCCORSO ARCISPEDALE SANTA MARIA NUOVA REGGIO EMILIA
(Nurse, Emergency Dept. Arcispedale Santa Maria Nuova, Reggio Emilia)

  • BRUNO PALLOTTA

DIRETTORE UNITÀ OPERATIVA PRONTO SOCCORSO E DIPARTIMENTO DI EMERGENZA OSPEDALE CIVITANOVA MARCHE ASUR MARCHE ZONA 8, PRESIDENTE GFT
(Director, Emergency Unit and Emergency Dept, Civitanova Marche ASUR Marche zone 8, President GFT)

  • ANGELA RITA PANUCCIO

DIRIGENTE MEDICO DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA  UFFICIO V,  MINISTERO DEL LAVORO DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI
(Senior Physician, Health Programme Office, Ministery of Health and Social Science)

  • MAURIZIO POCAFORZA

INFERMIERE PRONTO SOCCORSO ARCISPEDALE SANTA MARIA NUOVA REGGIO EMILIA 
(Nurse, Emergency Dept. Arcispedale Santa Maria Nuova, Reggio Emilia)

  • FEDERICO PODESCHI

INFERMIERE PRONTO SOCCORSO OSPEDALE DI STATO REPUBBLICA DI SAN MARINO 
(Nurse, Emergency Dept. Republic of San Marino Hospital)

  • STEFANO REGNANI

INFERMIERE COORDINATORE TUTOR CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA SEDE DI REGGIO EMILIA
(Nurse Coordinator, Nursing Degree Tutor, University of Modena and Reggio Emilia)

  • ALESSANDRA REVELLO

DIRIGENTE MEDICO U.O.C. PRONTO SOCCORSO - MEDICINA D'URGENZA- OSPEDALE SANDRO PERTINI - ROMA
(Medical Director- Sandro Pertini Hospital- Rome)

  • ROBERTO ROSSI

DIRIGENTE RESPONSABILE UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO AZ. OSP. SAN PAOLO MILANO
(Head of Public Relations Office, San Paolo Hospital, Milan)

  • GIACOMO ROBELLO

COORDINATORE INFERMIERISTICO DIPARTIMENTO MEDICINE SPECIALISTICHE E DI PRONTO SOCCORSO  E.O. OSPEDALI GALLIERA GENOVA
(Nurse Coordinator, Dept. Of Specialistic Medicine and Emergencies, Galliera Hospitals, Genova)

  • CAROL RUTENBERG

CONSULTING TELEPHONE TRIAGE, HOT SPRINGS ARKANSAS USA
(Consulting Telephone Triage, Hot Springs Arkansas USA)

  • ALDO SALVI

DIRETTORE MEDICINA INTERNA GENERALE E SUB INTENSIVA OSPEDALI RIUNITI ANCONA
(Director, Internal Medicine, Ospedali Riuniti, Ancona)

  • FEDERICA SAPORETTI

INFERMIERA PRONTO SOCCORSO OSPEDALE CIVILE RAVENNA
(Nurse, Emergency Dept. Ravenna Hospital)

  • CRISTINA SFASCIAMURO

INFERMIERA PRONTO SOCCORSO OSPEDALE EDORADO AGNELLI- PINEROLO (TO)
(Nurse- Emergency Dept- Edoardo Agnelli Hospital- Pinerolo (Turin)

  • ROBERT SIEBER

DIRETTORE PRONTO SOCCORSO OSPEDALE LUGANO
(Director, Emergency Dept. Lugano)

  • STEFANO SIGNORETTI

INFERMIERE PRONTO SOCCORSO IRCCS FONDAZIONE SAN MATTEO - PAVIA 
(Nurse, Emergency Dept. IRCS, San Matteo - Pavia)

  • ALFIO SPADARO

GIORNALISTA DIRETTORE DI “MONDO SALUTE”
(Journalist, Director of “Mondo Salute” “Health World”)

  • DONATO SUMMA

INFERMIERE COORDINATORE RESPONSABILE P.O. DIPARTIMENTO DEA AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE S.CARLO - POTENZA (Nurse Coordinator- Emergency Dept.- S.CarloRegina Hospital- Potenza)

  • BENIAMINO SUSI

DIRETTORE U. O.C. PRONTO SOCCORSO ED O.B.I. POLICLINICO TOR VERGATA ROMA
(Director, Emergency Unit and Polyclinic, Tor Vergata, Roma)

  • LAURA TRABUCCO

DIRIGENTE MEDICO DIPARTIMENTO EMERGENZA URGENZA ARCISPEDALE SANTA MARIA NUOVA  REGGIO EMILIA
(Head Physician, Dept of Emergency/Urgency, Arcispedale Santa Maria Nuova, Reggio Emilia)

  • TIZIANA TELLINI

COORDINATORE INFERMIERISTICO PRONTO SOCCORSO MEDICINA D’URGENZA E AREA DI EMERGENZA OSPEDALE DI PALMANOVA ASS 5 BASSA FRIULANA – PALMANOVA (UD) (Nurse Coordinator- Emergency Medicine- Palmanova Hospital ASS 5 Bassa Friuliana- Palmanova (Udine)

  • JILL WINDLE

LECTURE PRATICTIONER IN EMERGENCY NURSING,  UNIVERSITY OF SALFORD, MANCHESTER, MANCHESTER TRIAGE GROUP, UK
(Lecture Pratictioner in Emergency Nursing, University of Salford, Manchester, Manchester Triage Group, UK)


LECTURE PRATICTIONER IN EMERGENCY NURSING,  UNIVERSITY OF SALFORD, MANCHESTER, MANCHESTER TRIAGE GROUP, UK
(Lecture Pratictioner in Emergency Nursing, University of Salford, Manchester, Manchester Triage Group, UK)

Home          Comitato Scientifico          Relatori          Atti

 

DIREZIONE SCIENTIFICA

(SCIENTIFIC DIRECTORS)

  • DUILIO BRAGLIA

     DIRETTORE U.O. PRONTO SOCCORSO 
     OSPEDALE CESARE MAGATI - SCANDIANO

  • DANIELE MARCHISIO

     COORDINATORE INFERMIERISTICO
     A.O. C.T.O. - M. ADELAIDE TORINO

  • BRUNO PALLOTTA

     DIRETTORE U.O. PRONTO SOCCORSO
     OSPEDALE CIVITANOVA MARCHE

 SEGRETERIA SCIENTIFICA:

(SCIENTIFIC COMMITTEE)

  • DAVIDE BONI (MODENA)
  • DUILIO BRAGLIA (SCANDIANO-REGGIO EMILIA)
  • ANGELA BRUNI (MODENA)
  • PATRIZIA DOMINICI (SPOLETO)
  • MERIS CUSCINI (RAVENNA)
  • GIULIANO GIARDI (SAN MARINO)
  • TAMIRA GENTILI (ANCONA)
  • DANIELE MARCHISIO (TORINO)
  • BRUNO PALLOTTA ( CIVITANOVA MARCHE)
  • FEDERICO PODESCHI ( SAN MARINO)
  • STEFANO REGNANI (REGGIO EMILIA)
  • ALDO SALVI ( ANCONA)
  • STEFANO SIGNORETTI (PAVIA)
  • LAURA TRABUCCO (REGGIO EMILIA)
Lunedì, 20 Gennaio 2014 00:00

2° Convegno Triage Riccione 2009

Scritto da

Home          Comitato Scientifico          Relatori          Atti

 

SALUTO DEL PRESIDENTE

Il GFT (Gruppo di Formazione al Triage ) è nato nel 1996, quando vi erano rari esempi di pratica del Triage in Italia; da allora, ha diffuso la disciplina attraverso diciassette Corsi residenziali a San Marino e numerosissimi corsi svolti nelle sedi di singole Aziende Sanitarie e/o ospedaliere che ce li hanno richiesti ( sono ormai oltre 7.000 gli Infermieri appartenenti a tutte le regioni italiane, che hanno seguito la nostra formazione ); ha pubblicato il primo testo italiano di Triage, una seconda edizione ed una terza edizione a cura dalla Mc Graw Hill; ha collaborato con i propri esperti alla formulazione dell’Atto di Intesa Stato Regioni sulle Linee Guida in materia di requisiti organizzativi e funzionali della rete di emergenza-urgenza, in applicazione del D.P.R. 27/03/92, su invito del Ministero della Salute .

Da sempre, la preoccupazione di noi del GFT è quella di introdurre il Triage in tutti i Pronto Soccorso d'Italia e di farlo con unità di stili, di comportamenti, di evidence based medicine-nursing, contemporaneamente, di essere vicini a chi è chiamato a questo compito difficile, delicato e professionalmente stimolante.

Il Pronto Soccorso si è molto evoluto in Italia ed ultimamente anche il Triage. Sentiamo con soddisfazione profonda che tutto questo è avvenuto anche grazie al lavoro del GFT.

Essere vicini all'Infermiere Triagista, significa anche promuovere la sua formazione e tutte le occasioni di sviluppo culturale di questa importante funzione  professionale: lo abbiamo fatto con le nostre pubblicazioni e con un Congresso Internazionale tenutosi nel 2002 a Torino.

E' tempo di incontrarsi di nuovo: "Times are changing" diceva una bellissima canzone di Bob Dylan, i tempi stanno cambiando e noi non vogliamo rincorrere il cambiamento, ma vogliamo governarlo, esserne parte attiva e protagonista.

Il cambiamento siamo noi, dobbiamo esserlo!


Da sempre in Pronto Soccorso cavalchiamo il cavallo impazzito della modernità, dei mutamenti radicali della società  e delle norme emanate per la cui applicazione pratica occorre la riflessione multiprofessionale di chi opera sul campo.

Per continuare a farlo, parliamone e incontriamoci di nuovo numerosi come a Torino, appassionati come allora e sempre più coscienti delle grosse responsabilità che gravano sulla nostra attività: noi del GFT vi aspettiamo.


 

Presidente GFT


 



 

THE 2nd INTERNATIONAL CONGRESS ON TRIAGE 
WELCOME GREETING


 

The GFT (the Triage Formation Group) was founded in 1996, when triage practice in Italy was quite rare; and since then, the discipline has spread thanks to the seventeen residential courses run in San Marino and the numerous courses held in the individual health institutes that had requested them (more than 7000 nurses in the whole of Italy have received training from us): This resulted in the publication of the first Italian text on Triage with a second and third edition, edited by McGraw Hill; On invitation of the Ministry of Health, it has collaborated when formulating the organizational and functional guide line requirements on the subject in the emergency and the urgency care network, resulting in the D.P.R. law of 27/03/1992.

As always, the GFT’s concern is to introduce Triage in all the Italian Emergency Departments and to it with the right process and manner, using evidence-based medicine nursing, while remaining close to those who have to deal with this difficult, delicate and stimulating problem.

The Emergency Departments in Italy have made great progress and so has Triage. We feel confident in stating that all this has taken place thanks especially to the GFT’s work.
Remaining close to the Triage Nurse means promoting Triage formation and all the cultural developments that go with this important professional role: this has been achieved with our publications and our International Congress held in Turin in 2002.

It is time to meet up again and as the words in Bob Dylan’s song say: “Times are changing” remind us that things do change and we want to be able to control and play an active part in these changes.

We ARE the change!


The Emergency Departments have always strived to keep up with modern times and the changes and rules adopted by our society and this means that there is a need for a multi professional outlook when working in this field.

In order to do this, it is necessary that we meet again as we did previously in Turin, even more aware, to discuss the huge responsibilities that are part of our mission: The GFT awaits you.


 

Presidente GFT



                                                                                                     

 Con il Patrocinio

  •  Provincia di Rimini
  •  Regione Emilia-Romagna
  •  Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri
  •  Ordine dei medici chirurghi e odontoiatri della provincia di Rimini
  •  I.P.A.S.V.I. Collegio di Rimini
  •  Cittadinanza Attiva ONLUS
  •  AISACE Associazione infermieri specializzati in area critica ed emergenza
  •  ANIARTI Associazione nazionale infermieri di area critica
  •  Segreteria di Stato per la Sanità e la Sicurezza Sociale della Repubblica di San Marino
  •  SIMEU Società italiana di medicina d’emergenza-urgenza
  •  Azienda USL Rimini
  •  I.P.A.S.V.I. Federazione Nazionale Collegi Infermieri professionali, Assistenti sanitari, Vigilatrici d'infanzia
Lunedì, 20 Gennaio 2014 10:34

1° Convegno Torino Novembre 2002

Scritto da

ATTI DEL CONVEGNO   

1° CONVEGNO INTERNAZIONALE SUL TRIAGE - Torino, nov 2002

"Il Triage Infermieristico in Pronto Soccorso (...i temi che scottano)" 

Gli organizzatori e la segreteria scientifica non sono responsabili del contenuto delle relazioni, gli autori sono i diretti proprietari e responsabili dei contenuti scientifici delle relazioni. in caso di pubblicazione, anche parziale dei contenuti delle relazioni, l'autore ha l'obbligodi citare nella bibliografia la provenienza.


 

  28 Novembre 2002

 

I sessione - Triage: lo stato dell'arte

Moderatori: A. Miletto

 

1. Evoluzione storica e stato attuale del Triage Infermieristico in Pronto Soccorso

B. Pallotta

2. Differenti modelli di Triage e loro applicazione in Italia

B. Boni

 

 II Sessione - Gli aspetti formativi

Moderatori: B. Pallotta, M.Finocchiaro

 

3. La formazione del personale di Triage: criteri generali

D. Marchisio

Esperienze di formazione:

 

4. Il modello formativo GFT

S. Regnani

 

5. Il modello formativo NOE

M. Angiletta

6. La formazione come valorizzazione delle conoscenze ed esperienze del professionista ricondotte alla valutazione di Triage

 

7. La vautazione di Triage

8. La formazione del gruppointeraziendale Toscano di Triage

9. Il defusing come protocollo di gestione delle situazioni a forte impatto emotivo

 

10. La scheda di affiancamento nella formazione abilitante , esperienza del CTO di Torino


11. Pronto Soccorso e multimedia, Play and Go!

12. Formazione del Triage pediatrico, l'esperienza MUP

13. Formazione al Triage Ostetrico-Ginecologico

  IV Sessione - Esperienze internazionali a confronto

 

14. Il modello Inglese

15. Il modello Americano

16. Il modello Canadese

17. L'esperienza Tedesca

18. L'esperienza Spagnola

 

  V Sessione - Valutare l'attività di Triage

 

19. Valutare il sistema di Triage, sistemi di valutazione, qualità, accreditamento

20. Valutazione dell'attività di Triage ed indicatori di qualità secondo il GFT

  VI Sessione - Esperienze di valutazione

 

21. Esperienza di Benchmarking Regione Emilia Romagna

22. Dati e standard di prodotto per il cambiamento ed il miglioramento della qualità professionale Infermieristica


23. Triage: questo termine ancora sconosciuto

24. Triage in Pronto Soccorso e qualità

25. Sviluppo e sperimentazione di autonomia di contesto

26. Il Triage nel Lazio: censimento degli aspetti clinico-organizzativi

27. La verifica di qualità in Triage: esperienza della PASO San Carlo Borromeo di Milano

 VII Sessione - Aspetti giuridici e prospettive professionali

 

28. Aspetti Legali inerenti il Triage

29. La responsabilità professionale dell'Infermiere in Triage, Triage e Professione Infermieristica

 

VIII Sessione - Accessi impropri: un problema reale. Esiste la soluzione?

 

30. Sovraffollamento in Pronto Soccorso un problema non solo italiano, la soluzione in Italia

31. I percorsi brevi AO Santa Maria Nuova - Reggio Emilia

32. Proposta di gestione degli accessi impropri e dei Codici bianchi in DEA

33. Guardia Medica in Pronto Soccorso AO Policlinico di Modena

 

34. Codici azzurri al CTO di Torino

35. Medicina di Gruppo e riduzione degli accessi impropri in Pronto Soccorso

36. Accesso diretto a prestazioni specialistiche con Richiesta del Medico di Medicina Generale

 

Tavola Rotonda: "Se io fossi...risolverei i problemi del Triage

Sintesi e conclusioni


Workshop n° 1 - Punto internet: Reperire informazioni sul Triage con i motori di ricerca

 

1. Triage: cosa offre la "rete"

2. Evitare gli errori durante la ricerca

 

3. Suggerimenti per la ricerca di documentazione attraverso gli indici Web

Workshop n° 2 - Triage: comunicare in modo chiaro, efficace ed empatico

 

4. Triage: comunicare in modo chiaro, efficace ed empatico

Workshop n° 3 - Il comportamento "governato dalla regole"nelle situazioni difficili

 

5. Il comportamento "governato dalle regole" nelle situazioni difficili

Poster

 

1. Valutazione dell'attività di Triage nel PS San Carlo di Potenza

2. La costruzione di un sistema di Triage: l'esperienza dell'ASL 13

3. Accoglienza in area di Triage:strategie per evitare la conflittualità

4. L'attività di Triage Infermieristico: esperienze e riflessioni

5. L'attivita di Triage in P.S. - DEA pediatrico: esperienza dei primi 5 mesi di attività

6. L'attività di Triage Infermieristico in Pronto Soccorso dell'ospedale di Macerata. Il racconto di un'esperienza.

7. Richiesta esami radiologici dei segmenti distali degli arti dopo un trauma da parte dell'Infermiere di Triage

8. L'inserimento e la valutazione del personale Infermieristico neoassunto nell'area critica. Progetto elaborato c/o il DEA ASO Santa Croce e Carlo - Cuneo

9. Protocollo operativo Infermieristico d'accettazione del paziente politraumatizzato c/o un DEA

10. Sperimentazione di alcuni percorsi brevi. Esperienza c/o il dipartimento di PS e Medicina d'Urgenza AO di Padova

11. Fenomeno "Cover 3h" (attesa dei Codici verdi oltre le tre ore)

12. Criteri nella gestione del soccorso

13. Esperienza di formazione in Triage pediatrico nel DEA generale

14. L'Infermiere di Triage

15. La validazione del Triage

16.Elementi di accoglianza e comunicazione

17. Triage telefonico

18. Gestione del paziente con dolore toracico acuto in PS

19. Linee Guida per il Triage del paziente con problemi oculistici

20. Gravità verso priorità

21. Perchè il paziente con pulpite passa prima del paziente con tumore del polmone? Quali indicatori evidenziano un maggior grado di sofferenza all'interno dei codici verdi

22.  Protocolli di Triage nel trauma ASO CTO di Torino

23. L'Infermiere e la prevenzione della puntura accidentale: rapporto multicentrico in strutture di PS

24. Patologie minori ed accessi impropri nel PS ostetrico e ginecologico

25. Protocolli di Triage ostetrico e ginecologico

26. La comunicazione nelle reazioni aggressive nei pazienti in PS - Ospedale di Lucca

27. Triage pediatrico: aspetti relazionali. Esperienza Istituto Gaslini

28. Rilevazioni telefoniche

 

Consulenti Partners

benci luca

elisa dessy

logo ammi2

Servizi Partners

Contatti

Presidenza: presidenzagft@triage.it

Informazioni: infogft@triage.it

Informazioni Corsi e Segreteria
segreteriagft@triage.it
Tel. 3402730713   Fax 0110708251

Associazione: associazionegft@triage.it 

Amministrazione: amministrazione.gft@triage.it