Stampa
Categoria: Triage
Visite: 27038

I Sistemi di Codifica (l'assegnazione del codice di priorità)


Cosa sono i sistemi di codifica?
Si potrerebbe dire che un sistema di codifica è uno strumento che il triagista ha per comunicare agli altri (utenti, familiari ed equipe di trattamento) la decisione da lui assunta, cioè un mezzo che riassuma in maniera chiara, rapida ed inequivocabile quanto è presumibilmente "grave", ovvero prioritario, rispetto ad altri, una persona da lui valutata.

Per fare questo e' necessario adottare un sistema di codifica: i codici. Per rivestire il ruolo di utilità a loro assegnato devono avere alcuni requisiti.

I codici devono essere:

Utili per l'opera di triage
Che siano codici colore, numerici, o "a sigle", che siano a tre, quattro, cinque o più categorie, l'importante e' che risultino funzionali all'unita' operativa che li utilizza. Si potrebbe dire che sulla base dell'affluenza giornaliera dell'utenza, delle risorse umane e materiali e dei protocolli procedurali in uso in un servizio di Pronto Soccorso, "e' efficace qualsiasi sistema di codifica capace di suddividere, catalogare e rappresentare l'utenza per priorità" .
Ma non e' sufficiente.........

Di rapida interpretazione
E' utile che già ad una prima occhiata si abbia la percezione immediata del significato di ogni codice e delle sue categorie. Non ci deve essere bisogno di leggere o di fare calcoli ma solamente di decodificare il legame tra un "simbolo-livello di priorità" Forse e' per questo motivo che i codici-colore, per la loro immediatezza visiva, siano diventati il sistema di codifica più utilizzato, ad esempio al colore "rosso" e' attribuito convenzionalmente e psicologicamente una situazione di pericolo.

Universalmente condivisi
Un altro requisito non indispensabile ma importante e' quello dell'"universalità". E' auspicabile che vi siano pochi sistemi di codifica e che questi siano universalmente riconosciuti e condivisi. Questo concretizza ulteriormente la rapidità dell'interpretazione da parte di chiunque e conferisce una sorta di legittimità istituzionale a dei simboli.
Si pensi alla "stretta di mano", in tutti i paesi, in tutti gli strati sociali e qualsiasi lingua si parli, essa, rappresenta una norma non scritta identificabile come "un segno di cortesia".

ESEMPI DI SISTEMI DI CODIFICA

Codici Colore

homecolor2

E' il sistema di codifica più usato soprattutto nella versione a quattro categorie (ad esempio è usato negli USA, ed in quasi tutta l'Europa).

Altri paesi adoperano un sistema a cinque categorie(Australia, Canada, Inghilterra, qualcuno in Italia).

La categoria a maggiore priorità è il colore "rosso"(tempo zero) fino a giungere a quella a minore priorità, il colore "bianco".

Codici a "SIGLE"

EU  UP  US  NS

E' un sistema che qualcuno ancora adopera in Italia, anche se presente in pochissime realtà. Ha perso terreno dopo l'avvento dei codici colore.

Il codice a maggiore priorità è "EU" estrapolato dalle iniziali "Estrema Urgenza", seguono gli altri, "UP": Urgenza Primaria, "US": Urgenza Secondaria, "NS": Nessuna Urgenza.

Codici Numerici

4 3 2 1 0

Questi codici sono usati per la verità pochissimo nei Pronto Soccorso.

Sono usati invece dai sistemi di emergenza territoriale 118 come codice di triage "sul posto", per l'indicazione all'ospedalizzazione e come codice di rientro dei mezzi di soccorso a missione conclusa.

Il numero "4" sta ad indicare "vittima deceduta", il numero "3" è paragonabile al codice rosso, il "2" al codice giallo, l'"1" al codice verde mentre lo "0" al codice bianco.

   

E' il sistema di codifica più usato soprattutto nella versione a quattro categorie (ad esempio è usato negli USA, ed in quasi tutta l'Europa).

Altri paesi adoperano un sistema a cinque categorie(Australia, Canada, Inghilterra, qualcuno in Italia).

La categoria a maggiore priorità è il colore "rosso"(tempo zero) fino a giungere a quella a minore priorità, il colore "bianco".