Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
8
9
12
13
14
15
16
17
18
19
22
23
24
25
26
27
28
29
30

Triage.it utilizza i cookie e tecnologie simili.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Cookie

I cookie sono piccole porzioni di dati che vengono memorizzate e utilizzate per migliorare l’esperienza di utilizzo di un sito. Ad esempio possono ricordare temporaneamente le tue preferenze di navigazione per evitarti di selezionare tutte le volte la lingua, rendendo quindi le visite successive più comode e intuitive. Oppure possono servire per fare dei “sondaggi anonimi” su come gli utenti navigano attraverso il sito, in modo da poterlo poi migliorare partendo da dati reali. I cookie non registrano alcuna informazione personale su un utente e gli eventuali dati identificabili non verranno memorizzati. Se si desidera disabilitare l’uso dei cookie è necessario personalizzare le impostazioni del proprio computer impostando la cancellazione di tutti i cookie o attivando un messaggio di avviso quando i cookie vengono memorizzati. Per procedere senza modificare l’applicazione dei cookie è sufficiente continuare con la navigazione.

I cookie non sono virus o programmi

I cookie non sono virus o programmi. I cookie sono solamente dati salvati in forma testuale nella forma “variabile=valore” (esempio: “dataAccessoSito=2014-01-20,14:23:15″). Questi dati possono essere letti solamente dal sito che li ha generati, e in molti casi hanno una data di scadenza, oltre la quale il browser li cancellerà automaticamente. Non tutti i cookie vengono utilizzati per lo stesso scopo: di seguito verranno specificate le diverse tipologie di cookie utilizzati da questo sito web.

Cookie indispensabili

Questi cookie sono essenziali al fine di consentire di spostarsi in tutto il sito ed utilizzare a pieno le sue caratteristiche. Senza questi cookie alcuni servizi non potranno funzionare correttamente.

Performance cookie

Questi cookie raccolgono informazioni su come gli utenti utilizzano un sito web, ma non memorizzano informazioni che identificano un visitatore. Questi cookie vengono utilizzati solo per migliorare il funzionamento del sito web. Utilizzando il sito l’utente accetta che tali cookie possono essere memorizzati sul proprio dispositivo.

Cookie di funzionalità

I cookie consentono al sito di ricordare le scelte fatte dall’utente (come la lingua o altre impostazioni speciali eventualmente disponibili) e forniscono funzionalità avanzate personalizzate, e possono anche essere utilizzati per fornire i servizi richiesti. Utilizzando il sito l’utente accetta che tali cookie possono essere memorizzati sul proprio dispositivo.

Come gestire i cookie sul tuo PC

Ogni browser consente di personalizzare il modo in cui i cookie devono essere trattati. Per ulteriori informazioni consultare la documentazione del browser utilizzato. Alcuni browser consentono la “navigazione anonima” sui siti web, accettando i cookie per poi cancellarli automaticamente al termine della sessione di navigazione. Per ulteriori informazioni riguardo la “navigazione anonima” consultare la documentazione del browser utilizzato.

Google Analytics

Triage.it utilizza Google Analytics, un servizio di analisi web fornito da Google. Google Analytics utilizza i cookies per consentire al sito web di analizzare come gli utenti utilizzano il sito. Le informazioni generate dal cookie sull’utilizzo del sito web (compreso il Vostro indirizzo IP anonimo) verranno trasmesse e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di esaminare il Vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito per gli operatori dello stesso e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all’utilizzo di internet. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google. Utilizzando il presente sito web, voi acconsentite al trattamento dei Vostri dati da parte di Google per le modalità ed i fini sopraindicati.

Si può impedire a Google il rilevamento di un cookie che viene generato a causa di e legato al Vostro utilizzo di questo sito web (compreso il Vostro indirizzo IP) e l’elaborazione di tali dati scaricando e installando questo plugin per il browser: http://tools.google.com/dlpage/gaoptout?hl=en

Login

   

Direttivo GFT

corso base2014rn2

folder 2017

Documenti

pdf 10 Trauma Popolari

Di 110 download

Il Trauma rappresenta una delle principali cause di accesso in pronto soccorso; anche in triage è necessario possedere lenecessarie conoscenze e competenze al fine di garantire tempi di trattamento adeguati alla situazione ed al rischio evolutivo. Il corso rivolto a tutti gli operatori del pronto soccorso che svolgono attività di triage o che, a diverso titolo, hanno responsabilità riguardo ad essa, vuole approfondire gli aspetti inerenti l’accoglienza, la valutazione e la gestione in triagedelle principali situazioni relative al trauma. Sviluppata una riflessione sui protocolli di valutazione in triage e la relativa metodologia di costruzione, ilgruppo si eserciterà nella formulazione di protocolli di triage sul trauma, confrontandosi poi sulla validità e l’applicabilità di quanto realizzato.

pdf 11 Pediatrico

Di 78 download

Scarica (pdf, 518 KB)

11 Pediatrico.pdf

Spesso nei Pronto Soccorso Generali, l’approccio ai pazienti in età pediatrica rappresenta per il triagista un contesto operativo al quale occorre dedicare particolare attenzione e richiede specifiche conoscenze e competenze. Il corso di approfondimento intende affrontare le problematiche relative a questi ambiti e fornire ai professionisti operanti presso i pronto soccorso generali strumenti adeguati per l’accoglienza, la valutazione e la gestione in triage di questa tipologia di pazienti. Al corso sono bene accetti operatori con competenze specifiche quali infermieri pediatrici ed osteriche che spesso si trovano a prendere in carico questi pazienti pazienti o meglio ancora intendono partecipare al processo di definizione/ revisione delle procedure di triage presso le proprie realtà operative

pdf 12 Comunicazione

Di 77 download

Scarica (pdf, 410 KB)

12 Comunicazione.pdf

Nel Triage si è quotidianamente chiamati a dover gestire situazioni caratterizzate dalla presenza di sentimenti ed emozioni “forti” proprie e degli altri: collera, impazienza, frustrazione, impotenza, paura… Il tempo che incalza, le richieste pressanti, il contatto con il dolore e la sofferenza, i ritmi di lavoro serrati che non permettono di “staccare” emotivamente, sono tutte variabili che se non gestite possono penalizzare l’equilibrio emotivo del personale. La comunicazione interpersonale si fa spesso difficile, a volte conflittuale fonte di ansia e nervosismo, questo spesso genera stress. Se lo stress è prolungato i rapporti fra personale ospedaliero, pazienti e parenti si inaspriscono e a risentirne sono il proprio equilibrio emotivo e l’immagine di tutta l’azienda. In tali condizioni diventa allora indispensabile possedere delle specifiche abilità per proteggere il proprio equilibrio emotivo

pdf 3 Gestione Attesa Rimini Popolari

Di 115 download

Scarica (pdf, 709 KB)

3 Gestione Attesa Rimini.pdf

Il sovraffollamento delle strutture di Pronto Soccorso, la trasformazione dello specifico operativo dei reparti di PS da strutture di “accettazione e smistamento” a contesti di gestione delle fasi più complesse del percorso clinico assistenziale dei pazienti, hanno portato all’ aumento dei tempi di attesa in pronto soccorso, soprattutto per i pazienti categorzzati in sede di triage con codice a medio - bassa priorità.
La presenza, di tempi di attesa talora elevati, crea notevoli difficoltà al triagista, al quale viene richiesta, oltre alla corretta realizzazione delle fasi di valutazione ed assegnazione del codice di priorità, anche la corretta ed attenta gestione della fase di attesa al trattamento. In tali condizioni diventa indispensabile possedere le competenze necessarie per gestire correttamente l’assistenza e la sorveglianza delle persone in attesa e sviluppare delle specifiche abilità per proteggere il proprio equilibrio emotivo conservando una buona capacità decisionale.
Diventa quindi necessario analizzare le problematiche relative alla gestione delle fasi di attesa al trattamento considerandone tutti gli ambiti problematici, valutando criticamente le strategie di soluzione proposte in letteratura ed acquisire specifiche competenze al fine di affrontare nel miglior modo possibile questa particolare e complessa “sfida professionale” in triage.

pdf 5 Fragilità e Violenza

Di 50 download

Scarica (pdf, 6.05 MB)

5 fragilità.pdf

pdf 6 Sopravvivere al triage

Di 82 download

Scarica (pdf, 731 KB)

6 Sopravvivere al triage.pdf

Corso sulla comunicazione in Triage 2° Livello.

Nel Triage si è quotidianamente chiamati a dover gestire situazioni caratterizzate dalla presenza di sentimenti ed emozioni “forti” proprie e degli altri: collera, impazienza, frustrazione, impotenza, paura… Il tempo che incalza, le richieste pressanti, il contatto con il dolore e la sofferenza, i ritmi di lavoro serrati che non permettono di “staccare” emotivamente, sono tutte variabili che se non gestite possono penalizzare l’equilibrio emotivo del personale.
La comunicazione interpersonale si fa spesso difficile, a volte conflittuale fonte di ansia e nervosismo, questo spesso genera stress. Se lo stress è prolungato i rapporti fra personale ospedaliero, pazienti e parenti si inaspriscono e a risentirne sono il proprio equilibrio emotivo e l’immagine di tutta l’azienda.
In tali condizioni diventa allora indispensabile possedere delle specifiche abilità per proteggere il proprio equilibrio emotivo

pdf 7 Prevenire e Gestire l'errore

Di 82 download

Scarica (pdf, 302 KB)

7 Prevenire e Gestire l'errore.pdf

E’ universalmente condivisa l’ opinione che una corretta gestione del rischio clinico in campo sanitario riduce in modo significativo i pericoli di errore per gli operatori con conseguente riduzione del rischio di danni per i pazienti. 
Il Triage in Pronto Soccorso implica un processo valutativo – decisionale particolarmente delicato e complesso, e il contesto in cui si sviluppa è particolarmente a rischio. 
L’ analisi e la conoscenza delle numerose variabili in gioco incrementano le competenze e la sicurezza degli operatori nelle funzioni di accoglienza , valutazione e presa in carico dei pazienti che afferiscono al Pronto Soccorso. 
L’ implementazione presso le varie realtà operative delle metodiche di RiskManagement contestualizzate alle concrete e specifiche situazioni assistenziali permette di individuare e prevenire le situazioni a rischio di errore . 
La riflessione e l’ approfondimento da parte del team professionale sul proprio operato e sui fattori di rischio organizzativi –ambientali permettono la messa in campo di interventi preventivi e correttivi . 
Il corso intende rafforzare i contenuti essenziali del modello del Triage Globale e la motivazione degli operatori nella sua realizzazione e, attraverso il contributo di esperti del settore , promuovere la riflessione e il confronto tra operatori di diverse realtà nella prospettiva di una indispensabile diffusione della cultura della gestione del rischio.

pdf 8 Corso base ottobre Rimini 2017

Di 92 download

Scarica (pdf, 264 KB)

8 corso base ottobre Rimini 2017.pdf

Il corso è organizzato dal G.F.T. "Gruppo per la Formazione al Triage", associazione senza fine di lucro che ha per scopo la formazione e l'addestramento al Triage del personale infermieristico e medico che opera nell'ambito del Pronto Soccorso e che si propone come "luogo di condivisione" delle esperienze specifiche.

Il corso pone le basi per attuare una completa e corretta valutazione del paziente secondo i criteri del Triage Globale e gestire situazioni che possono presentarsi al triage. Le competenze acquisite attraverso il corso sono indispensabili per l’attività di triage nei pronto soccorsi generali e specialistici e si pongono come solida base per gli ulteriori approfondimenti monotematici specialistici.

Il corso vuole fornire elementi utili a svolgere la funzione di Triage come primo momento di accoglienza e valutazione dei pazienti che afferiscono al Pronto Soccorso, in base a criteri definiti e diffusamente accettati, che consentano di stabilire la priorità di intervento (Linee Guida sul Sistema di Emergenza Sanitaria, Atto d’Intesa Stato Regioni , Maggio 1996) e secondo l’Atto di Intesa tra Ministero della Salute e Conferenza Stato Regioni di cui alla G.U. 285 del 7 dicembre 2001.

Il corso è diretto ad infermieri, infermieri pediatrici, ostetriche e medici che operano in pronto soccorso e che a diverso titolo sono coinvolti nell’attività di triage.

pdf 9 Aspetti legali e giurisprudenza

Di 50 download

Scarica (pdf, 390 KB)

9 Aspetti legali e giurisprudenza.pdf

Nell’attività sanitaria, notevole importanza assumono gli aspetti inerenti la responsabilità professionale e gli aspetti legali. Anche per quanto riguarda l’attività di triage vi è notevole attenzione a queste problematiche ed ultimamente iniziano ad essere presenti i primi casi giurisprudenziali. 
Il corso sugli aspetti legali offre ai professionisti del settore una opportunità per acquisire o affinare conoscenze riguardanti le principali problematiche inerenti la responsabilità professionale nell’emergenzaurgenza e l’ attività di Pronto Soccorso con particolare attenzione nello specifico al triage. 
L’analisi ed Il confronto tra esperti e professionisti operanti sul campo relativamente alla casistica giurisprudenziale e l’analisi di alcune situazioni critiche, Permetterà inoltre di definire concretamente criteri utili a guidare la pratica professionale secondo requisiti di sicurezza per operatori, responsabile e pazienti.

pdf Agg Istruttori GFT maggio 2017

Di 34 download

Scarica (pdf, 955 KB)

Agg Istruttori GFT- maggio 2017.pdf

DESTINATARI DEL CORSO Istruttori del Gruppo Formazione Triage interessati a riflettere sulla propria esperienza e a sviluppare la loro competenza didattica in sintonia con il modello di formazione dell’adulto. La frequenza è obbligatoria per tutti gli istruttori ed è consigliata a tutti i candidati istruttori Finalità L'intervento formativo ha lo scopo di favorire l'acquisizione metodologie didattiche esperenziali innovative per facilitare l’apprendimento individuale e di gruppo nei corsi di formazione sul Triage. Metodologie Nel corso saranno utilizzati metodi che favoriscono la partecipazione attiva: • lavori di gruppo • esercitazioni • role playing • discussioni guidate al fine di sviluppare la condivisione di esperienze e opinioni tra i partecipanti e tra i partecipanti e il facilitatore. Ogni sessione sarò introdotta o conclusa con una sistematizzazione teorica da parte del facilitatore d’aula. Iscrizioni Per iscriversi è sufficiente inviare una mail entro il 30 aprile a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. indicante nominativo e la conferma di partecipazione al corso. La quota di iscrizione è gratuita per tutti gli istruttori GFT e candidati istruttori. Accreditamento ECM non previsto

pdf GFT Torino corso base marzo2017 GFT1517TO0103 Popolari

Di 166 download

Scarica (pdf, 383 KB)

GFT_Torino_corso base_marzo2017_GFT1517TO0103.pdf

Il corso è organizzato dal G.F.T. "Gruppo per la Formazione al Triage", associazione senza fine di lucro che ha per scopo la formazione e l'addestramento al Triage del personale infermieristico e medico che opera nell'ambito del Pronto Soccorso e che si propone come "luogo di condivisione" delle esperienze specifiche.

Il corso pone le basi per attuare una completa e corretta valutazione del paziente secondo i criteri del Triage Globale e gestire situazioni che possono presentarsi al triage. Le competenze acquisite attraverso il corso sono indispensabili per l’attività di triage nei pronto soccorsi generali e specialistici e si pongono come solida base per gli ulteriori approfondimenti monotematici specialistici.

Il corso vuole fornire elementi utili a svolgere la funzione di Triage come primo momento di accoglienza e valutazione dei pazienti che afferiscono al Pronto Soccorso, in base a criteri definiti e diffusamente accettati, che consentano di stabilire la priorità di intervento (Linee Guida sul Sistema di Emergenza Sanitaria, Atto d’Intesa Stato Regioni , Maggio 1996) e secondo l’Atto di Intesa tra Ministero della Salute e Conferenza Stato Regioni di cui alla G.U. 285 del 7 dicembre 2001.

Il corso è diretto ad infermieri, infermieri pediatrici, ostetriche e medici che operano in pronto soccorso e che a diverso titolo sono coinvolti nell’attività di triage.

pdf Il Paziente straniero in Triage

Di 90 download

Scarica (pdf, 624 KB)

4 Paziente straniero.pdf

L’immigrazione in Italia è un fenomeno relativamente recente, dai primi anni ’70 con un trend in continua crescita, specie nell’ ultimo decennio tant’ è che oggi siamo tra i primi paesi d’immigrazione. 
In Italia, in conformità all’art.32 della Costituzione, l’assistenza viene garantita anche agli stranieri, comunitari e non, compresi gli irregolari. Gli immigrati però non sono spesso a conoscenza della nostra cultura, delle nostre leggi e quindi dei loro diritti e doveri. 
La persona straniera che arriva in Italia è in genere giovane e in buona salute, ma spesso viene a contatto con una serie di fattori di rischio post migrazione che contribuiscono a dissipare questa condizione. Dopo un intervallo di benessere, può quindi aver bisogno di assistenza sanitaria e il suo accesso ai Servizi italiani avviene spesso attraverso il Pronto Soccorso. In questi casi, il Triage rappresenta il primo momento di "incontro - scontro" con il Sistema sanitario del nostro paese. 
Il Triage è una fase delicata già per i pazienti italiani, poiché l'ingresso in PS è di solito accompagnato da preoccupazione e sofferenza correlate al proprio problema di salute, che talvolta viene soggettivamente vissuto come molto grave. Il paziente straniero, rispetto a quello italiano, oltre al problema di salute, deve affrontare anche altre difficoltà: linguistiche, culturali e spesso anche timore di denuncia perché irregolare. 
L'infermiere di triage, d'altra parte, non può ovviamente disporre di plurali competenze linguistiche e culturali. Tra l'altro le Organizzazioni Sanitarie sono tendenzialmente in ritardo rispetto a questa problematica. La complessità e la grande responsabilità connesse alla funzione di triage sono quindi accresciute di fronte al paziente straniero.
In questa fase delicata, in cui inizia il processo di cura in PS possono generarsi conflitti correlati alle diversità che ostacolano o inibiscono un'adeguata presa in carico della persona ed aumentano il carico emotivo e di lavoro dell'operatore talvolta compromettendone la sua operatività, trasformando quindi l'incontro in uno scontro. 
Il nursing transculturale è un importante modello di approccio al problema, ma risulta di difficile applicazione in Triage, dove l'infermiere vive una situazione particolare, dettata da tempistiche ristrette, ritmi frenetici e un grande afflusso di pazienti. 
Molti sono gli studi e le iniziative formative che studiano la dicotomia paziente straniero e Servizi sanitari, ma nessuno di essi ha posto l'attenzione specificamente sulla realtà del Triage. 
Da queste premesse nasce la necessità di indagare le criticità e le difficoltà vissute dagli operatori e dall'utente immigrato in sede di Triage per individuare strategie di superamento delle stesse.
Il corso pone l'attenzione su alcuni elementi importanti della relazione di cura tra professionista ed utente straniero fornendo alla comunità professionale elementi di riflessione tali da poter elaborare percorsi di soluzione e iniziative atte a migliorare la qualità dell'assistenza erogata e ridurre lo stress lavorativo.
Il problema verrà affrontato sotto molteplici aspetti: la normativa specifica e la deontologia saranno oggetto del primo momento di confronto; verranno poi analizzati alcuni concetti antropologici tra cui l’ approccio con “l’ altro”, il concetto di salute - malattia e l’ accesso ai Servizi sanitari nelle diverse culture. Il confronto diretto con alcuni rappresentanti delle principali etnie presenti in Italia ed col presidente di una associazione multietnica di mediatori culturali, permetterà ai professionisti di confrontarsi con il vissuto della persona straniera e comprendere le motivazioni di alcuni comportamenti e situazioni, che possono compromettere una corretta presa in carico dell’ utente al triage. 
Un approccio culturalmente competente ed attento anche al rispetto dei “diritti” dell’ operatore garantirà una migliore qualità del triage per persona assistita ed operatore sanitario.

pdf Volantino offerta formativa 2017 def Popolari

Di 494 download

Scarica (pdf, 135 KB)

Volantino offerta formativa 2017 def..pdf

Corsi 2017

Consulenti Partners

benci luca

elisa dessy

logo ammi2

Servizi Partners

Contatti

Presidenza: presidenzagft@triage.it

Informazioni: infogft@triage.it

Informazioni Corsi e Segreteria
segreteriagft@triage.it
Tel. 3402730713   Fax 0110708251

Associazione: associazionegft@triage.it 

Amministrazione: amministrazione.gft@triage.it